mercoledì 23 novembre 2011

Appunti di viaggio


In questi ultimi dieci giorni ho fatto in tempo ad andare e tornare da Madrid, per poi andare e tornare dagli Stati Uniti. Sempre per lavoro, quindi poco da invidiare. Comunque in tutto sei decolli e sei atterraggi e un numero insopportabilmente lungo di ore trascorse in aeroporto in attesa della connection al volo successivo, e un numero ancor più insopportabilmente lungo di ore trascorse su poltrone che chiamarle tali è un eufemismo, in mezzo a tanta e varia umanità. Un carro bestiame volante, nel quale ti propinano film pessimi, musica orrida e cibo indecoroso. Che se poi uno va a indagare, scopre che nelle comunicazioni ufficiali della compagnia aerea, questa inizia per Bri e finisce per ways, si parla di un team di cuochi assoldati per studiare i menu migliori per i loro passeggeri. Avessero assoldato le loro mamme si mangerebbe di certo meglio. Comunque tutta l'amarezza del viaggio scompare quando, alla fine di tutte le formalità all'immigration, finalmente si riaccende il cellulare. E il primo messaggio ti informa che sì, Mr. B. ha mantenuto la parola e ha dato le dimissioni. So' soddisfazioni, diciamocelo. Quasi commoventi, poi, le congratulazioni degli americani nei giorni successivi, quasi che ci avessi messo del mio per spingerlo su al Colle. Da farci la ruota come i pavoni.
Nel viaggio di ritorno, nel pit stop londinese, mi sono anche comprata un paio di giornali, con Mr B. in copertina, col cerone ben sgranato, così che si vedesse bene che era tutto un trucco, e pure un parrucco. Un cimelio, ecco. Adesso sai che noia dalle parti dell'Economist? Tze.
Comunque in attesa che Monti faccia la sua parte e cali la mannaia con violenza sulle nostre esangui casse, probabilmente mi annoierò anche io.
Intanto mi è venuta voglia di Natale.
E dato che manca più di un mese, non è proprio un bel segnale.

6 commenti:

  1. come dice mia zia, il natale chiamalo che viene...

    RispondiElimina
  2. si, hai ragione, son soddisfazioni (altro che cuochi e chef dei miei stivali... o stivale?)

    RispondiElimina
  3. ps: sono sicura di avertelo già chiesto ma non ricordo la risposta. Che lavoro fai? :)

    RispondiElimina
  4. madò, che schifezza a questo giro! la prugna sembra un fico... il resto non te lo chiedo neppure... bleath!
    Qui, l'assortimento Alitalia... http://75.126.209.90/meals/Alitalia021040.html

    RispondiElimina
  5. Ma che roba è quella della foto?

    RispondiElimina
  6. Ti lascio qui i miei auguri di buone feste ... e a me auguro di continuare a leggerti anche nel prossimo anno :-))) (lilith)

    RispondiElimina