venerdì 23 maggio 2014

Il Florilegio del Venerdì

Sono pigra, lo so. Per questo non c'è niente di meglio di un gioco per convincermi a tornare assidua nello scrivere. Questa volta Ody - adoro chi ha inventiva - suggerisce di allargare gli orizzonti. Ovvero proporre ogni venerdì un blog che ci piaccia e, se possibile, che sia un po' al di fuori delle nostre solite cerchie.
Ora - lo so che sono sempre quella dei preamboli, ma devo farli - io di blog ne consulto decine e decine, anche e soprattutto per lavoro. Per questo non è semplicissimo fare la selezione.
Così ho pensato che per il momento proverò a segnalare alcuni blog che mi sembrano particolari e che attengono ai miei interessi: cucina, libri, cinema, musica, politica e via discorrendo.
Fermo restando, naturellement, che i blog che sono segnalati nella colonna qui a destra rappresentano comunque già di per sé una proposta che condivido con chi passa. 


Bene, il preambolone è finito e partiamo con qualcosa di facile: la cucina.



Ehm... Avete presente quanti sono i blog di cucina? Facile: tanti. Troppi. Seri, faceti, prestigiosi, casalinghi, professionali, paludati, monotematici, ideologici e chi più ne ha più ne metta.
Però, se togliamo GialloZafferano, poi dove si va a parare?
Il blog che vi segnalo è curato da due donne, una delle quali conosco da molti anni. Si chiama l'Albero della Carambola e mi è piaciuto fin dall'inizio, a partire dal nome.
Perché? In primo luogo perché è scritto bene. Snobismo? Può darsi. Però mi piace anche l'idea di leggere senza troppi sobbalzi. E poi perché parla di cucina, ma soprattutto di gusto, di amore, di passione. Perché parla di cibo e di viaggi. Di cibo e di persone. Di cibo e di luoghi.
E poi perché mi regala un sacco di idee soprattutto quando ne sono sprovvista.
Basta, vero, per farvi venire un po' di curiosità?

9 commenti:

  1. e pensare che stavo meditando di mettermi a dieta.......:I

    RispondiElimina
  2. In questo momento, in cui riesco a cenare dopo le 22,30, e di voglia di cucinare proprio non ne ho, magari passo.
    Ma appena mi ripiglio, un salto ce lo faccio.
    Bacio sandalina.

    RispondiElimina
  3. i blog in cui la cucina è legata a tutto il resto che la circonda piacciono molto anche a me.....è proprio il caso di dirlo hanno la possibilità di fare cultura....perché la cucina è cultura!

    RispondiElimina
  4. Da esperto di cucina (sono food blogger da ieri notte) vi assicuro che quest'estate andranno tantissimo i primi a base di pesce.

    RispondiElimina
  5. Ci ho fatto un salto. Mi è piaciuta anche la loro New York turistico-culinaria :-)))
    Ciao! :-)))

    RispondiElimina
  6. Interessante anche questo blog di ricette, ho dato un'occhiata magari prendo qualche spunto anch'io, grazie :-). Arw

    RispondiElimina
  7. Adoro cucinare da brava nipote di nonno chef:-)Poi Infinito è la mia cavia visto che è in forma fisica dannatamente perfetta per sua natura e ne approfitto:-PCorro a dare un'occhiata

    RispondiElimina
  8. Urgono consigli per il colore della mia nuova camera da letto help!

    RispondiElimina
  9. stradanelbosco30 maggio 2014 18:25

    co sta carambola, a dir poco, DIVINA, ti promuovo sul campo, REGINA DELLA TERZA GALASSIA!!!!! spaghetti con mandorle e pomodorini: na cosa degna della tavola di SANDALOS!!!! Sta carambola, ripeto, è divina! Quegli spaghetti certamente imparerò a farli e sarà il mio asso nella manica!! e li farò na volta al mese. Ma io ne mangerò 3 etti!!! da solo,agli altri quel che resta. Questa è l'unica mia cosa cattiva! Il resto è burro! Ciao, Regina!!! Un grandissimo saluto!

    RispondiElimina