martedì 4 giugno 2013

Born To Run

Quando l'autunno scorso mio fratello mi chiese se avrei preferito andare con lui al concerto del Bruce a Milano o a sentire a Zurigo Roger Waters sono stata molto incerta. E alla fine ho lasciato scegliere lui, che, avendoli visti entrambi nel 2012, sarebbe di certo arrivato alla definizione del top del top del top.
Alea iacta est, e l'11 settembre ci godremo The Wall al Letzigrund Stadion.
Resta il fatto che rivedere il Boss a San Siro 28 anni dopo la sua e mia prima volta sarebbe stato davvero speciale. Anche perché chi ieri sera c'era ha parlato di una festa corale e di un feeling speciale tra Springsteen e questa città.
E lo so, Roger Waters è Roger Waters, ma una punta di rimpianto c'è. Piccola, ma c'è.
(il fratello, per altro, in questi giorni è in giro in Turchia, dopo un viaggio in Iran, pressoché inconsapevole di quel che sta succedendo da quelle parti. Forse sarebbe stato meglio San Siro)


7 commenti:

  1. C'era anche il mio compagno. Ed era anche a Napoli. E sarà anche a Roma...

    E' un pazzo!

    RispondiElimina
  2. Io lo amo, ma lo amo, lo amo, lo amo.

    RispondiElimina
  3. Ma si è fatto tutte le tappe? Magari nel pit?

    RispondiElimina
  4. No, non ha fatto il pit.
    Ed ha comunque saltato Padova!

    RispondiElimina
  5. visto a Milano, visto a Torino. grandissimo, sempre

    RispondiElimina